Buggerru

11 kg di eroina sequestrati ad Alghero

Hanno scelto come nascondiglio per la droga le rocce di un muretto a secco, accanto a un nuraghe, ma lo stratagemma non è servito. I carabinieri della Compagnia di Carbonia hanno sequestrato in un terreno vicino ad Alghero 11 chili di eroina, per un valore di oltre due milioni di euro. Si tratta, evidenziano i militari, del più ingente sequestro di eroina effettuato negli ultimi 15 anni. L'operazione è scattata venerdì e ha visto anche l'intervento dei carabinieri di Alghero. La droga era stata suddivisa in panetti di oltre 1 chilo ciascuno, imballati sottovuoto in buste di plastica trasparente e avvolti con nastro isolante in modo da garantirne la conservazione all'esposizione agli agenti atmosferici. Gli involucri erano stati, infine, occultati tra le rocce di un muretto a secco di un rudere di campagna, vicino a un Nuraghe. I carabinieri di Carbonia hanno individuato l'area grazie ad un'attività investigativa, avviata a seguito di un'informazione acquisita sul territorio. Le varie piazze di spaccio sono state monitorate per individuare chi aveva nascosto la droga. Alla fine è scattato l'intervento e il recupero dell'eroina. "Il risultato ottenuto - spiegano i carabinieri - è frutto anche della condivisione delle informazioni acquisite tra il Nucleo Operativo della Compagnia di Carbonia e la Direzione Centrale dei Servizi Antidroga di Roma che, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Cagliari, da diverso tempo lavorano in costante sinergia per il contrasto del traffico di sostanze stupefacenti che giungono in Sardegna". L'eroina, di ottima qualità, era destinata alle piazze di spaccio di Sassari, Nuoro e Cagliari. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie